ONE

HOW PHOTOGRAPHY WILL SAVE THE WORLD

Una nuova esperienza in divenire a cura di ONEROOM Books

Un.percorso ibrido, fisico e virtuale,
in forma di bibliografia visuale ragionata

Introduzione. La seconda volta che ho aperto gli occhi.

A proposito di luce ed illuminazione, percezioni e cognizione; sulla Fotografia e la definizione più universale che sia mai riuscito a trovare: la registrazione di un sensore, analogico o digitale, dello spettro luminoso che lo colpisce. Un frammento di tempo e di spazio congelato, isolato dal suo contesto, messo in cornice.

1. Come parlà ai serci | How to talk to stones

A proposito dell’oggettività del Mondo e della soggettività del proprio punto di vista. Di come lo stesso soggetto possa esser visto differentemente e la stessa immagine raccontare storie molto diverse tra loro.

2. Pietre che costruiscono muri

Sulla costruzione e la caduta del Muro di Berlino, ed altre considerazioni attorno all’idea di muro per introdurre la seconda grande domanda:
da quale punto di vista guardiamo le cose?

3. Virus reload

Curioso notare come un qualcosa che sembra aver preso fin troppo letteralmente l’invito a superare barriere e confini fra uomini in un anelito di libertà, abbia avuto come prime conseguenze pratiche la chiusura delle frontiere e la rinuncia alla socialità ed alle libertà individuali, confinandoci all’interno delle mura del nostro privato.

4. Un nuovo inizio

Sulle Enciclopedie come sistemi di definizione e raccolta dei saperi di una determinata epoca o cultura, e sulla necessità di un loro aggiornamento

5. Lexicon condiviso per il Mondo che verrà

I termini, i concetti e gli strumenti utili a definire un linguaggio universale che ci aiuti a sviluppare nuove abilità, educandoci alla consapevolezza e al rispetto per la legittimità del punto di vista altrui.